Avete presento l’effetto sfocatura di Photoshop? O il filtro bellezza dell’iPhone che ti pialla la faccia? Tutto molto bello, ma quelli dal vivo non funzionano. Ecco, possiamo dimenticarceli, perché ho scoperto che esiste Instant Ageback di Vitayes. Sono partita scettica, io nei miracoli non ci credo: eppure questa crema ha abbattuto (anche se non del tutto) le mie riserve. Ora vi racconto come e perché.

Cos’è

Stiamo parlando di una crema che promette di ridurre, in soli 5 minuti, rughe, borse, occhiaie, pori dilatati e cicatrici fino all’85%: è a base di Argirelina®, un principio attivo e sicuro per il trattamento di rughe, cicatrici, borse e occhiaie, che non ha bisogno di iniezioni o interventi invasivi sulla pelle.

Si può applicare su diverse zone del viso: contorno occhi, contorno labbra, fronte e tutte quelle zone in cui abbiamo rughette e segni d’espressione.

L’inci (semplicissimo) è il seguente:

Ingredienti (INCI) – Magnesium Aluminium; Silicate; SodiumSilicate; Acetyl Hexapeptide-8; Phenoxyethanol; Ethylhexylglycerin; C.I19140; C.I  16035, Aqua     

L’effetto tensore è dovuto all’Acetyl Hexapeptide-8 che in pratica mima l’effeto del botox ma senza paralizzare il muscolo. Cioè che si ottiene è una pelle più tesa e liscia, proprio come con l’effetto Photoshop.

Il prodotto è stato dermatologicamente e clinicamente testato, comprovato anche nell’effetto dall’istituto indipendente Dermatest® GmbH (Tech-Report). Non viene testato sugli animali, è senza Siliconi, Parabeni né Laurilsofato di Sodio (SLS/SLES).

Come si applica

Ne basta una quantità pari a un chicco di riso per ogni zona da trattare. Va applicata con le dita ma assolutamente non spalmata: si picchietta con il polpastrello fino ad asciugatura. Se trascinate la crema si romperanno le molecole che causano l’effetto tensore, quindi sarà come non metterla.

Se vi accorgete che restano delle briciole bianche vuol dire che ne avete messa troppa, ergo dovrete toglierla e rimetterla in minore quantità.

Dopodiché dovrete impegnarvi a tenere il viso rilassato per almeno 5 minuti fino a completa asciugatura, che potreste accelerare sventolandovi o usando un ventilatore (sul sito potete acquistare il kit con il ventilatorino da iPhone compreso).

La mia esperienza

Dunque, come vi dicevo già all’inizio del post le mie impressioni sulla crema si sono rivelate ben presto positive sin da subito, sebbene con le mie riserve. La prima (e unica, in realtà) consiste nel fatto che la crema non tollera componenti oleose, quindi fondotinta e bb cream leggermente nutrienti (che io uso) non sono compatibili con l’utilizzo della crema Vitayes. Verosimilmente potrò sfruttarla di più in estate, periodo in cui faccio meno uso di fondotinta.

In ogni caso l’efficacia di questa crema è assoluta ed indiscussa. Questo sotto è il confronto tra prima e dopo sulla fronte, che è la zona su cui (su di me) si vede di più l’effetto tensore. No, non ho ritoccato le foto.

Credo che il risultato sia evidente anche all’occhio meno esperto. Se vi state chiedendo se si sente qualcosa quando si applica sulla pelle: sì, appena un pelino di tensione, ma non scalda e non brucia.

In definitiva, la consiglierei? Sì, se è il genere di prodotto che fa per voi. Ovviamente l’efficacia è proporzionale all’intensità della ruga e del segno da attutire. Se vi interessa, la comprate qui.

Se avete domande, io sono a disposizione! :)
Al prossimo post
M