Non ricordo bene tramite chi, ma ho scoperto questa blogger spaziale che si chiama come la principessa bionda e stragnocca di Frozen, Elsa, aka Like a candy shop. Ha un blog bellissimissimo e ed è bellissima pure lei, a dirla tutta. Beh, Elsa ha creato questo tag, Best of 2013. Dato che rientriamo ancora nei primi giorni dell’anno, ve lo propongo anch’io. :)

tag_2013

1. Best nail polish

Primo punto molto arduo: come sapete sono una fissata smaltomane, per cui possiedo un cassetto bello grosso con una quantità di smalti a tre cifre.. Scegliere uno smalto solo mi risulta pressoché impossibile, per cui penso che mi lancerò nel dire che questo 2013 è stato l’anno dei Mirror e degli Sugar Mat di Kiko. Sono stati gli smalti che ho messo in tutte quelle occasioni in cui non avevo tempo di fare nailart particolari ma volevo qualcosa d’effetto, mi hanno salvata molte volte! Ne ho 2 dei Mirror (1, 2) e 3 dei SM.

1071426_10201035201377468_528519429_o

2. Best lip product

Ho iniziato da poco a sviluppare un’ossessione per i rossetti, pochi mesi, quindi posso andare abbastanza sul sicuro rilinkandovi l’articolo di ieri con questi rossetti longlasting essence che ho comprato intorno a ottobre/novembre: essendo un’amante dei prodotti low cost, sì, ma performanti, questi si sono guadagnati senz’altro un posto in paradiso.

rossetti_essence

3. Best eye product

Dura decidere, molto dura. Pensavo di scegliere la Naked Basics, ma forse era un po’ troppo scontata come cosa. Ripiego quindi su un prodotto che si è rivelato un’ottima scoperta e che ha realmente una funzionalità ottima, ovvero la White pearl eye base di NYX. L’ho usata tutte quelle volte che avevo bisogno di un look intenso, durevole e luminoso.

nyx base (5)

4. Best face product

Anche qui avrei più di un prodotto da scegliere, ma penso che la mia scelta finale cadrà sul Fondotinta uniformante dermocompatibile Xea Beauty: con la mia pelle non ne ho mai mai mai trovato uno che non mi facesse effetto mascherone o che non mi lucidasse la pelle (ce l’ho grassa specie sulla zona T), ma questo non fa nessuna delle due cose, ergo, promosso.

xea2

5. Best app

Non rientra propriamente tra la categoria delle “app”, se vogliamo, (o forse sì se consideriamo Chrome) ma qui la mia scelta cade senza dubbio su Picmonkey. Mi ha salvato la routine del blog e alzato la qualità dei contenuti: collage, copertine di Facebook, foto modificate, tutto in pochi secondi e senza star lì a smenare con Photoshop.

picmonkey

6. Best memory

Non posso dire di aver avuto un anno molto movimentato, ma nemmeno tranquillo, ecco. I momenti da ricordare sono stati tanti: ho conosciuto nuove persone con cui ho intrapreso avventure professionali e personali interessanti e divertenti, ho raggiunto i 1000 fan sulla pagina di Facebook, ho portato a termine il corso avanzato di salsa cubana (cosa che non avrei mai creduto possibile finché non ho visto il diploma) e concluso il primo livello di ballo country, ho trovato un gattino abbandonato insieme a mia sorella, e quelle due ore che l’ho tenuto in braccio sono state tra le più belle dell’anno. :) Insomma, il 2013 non è stato poi male. ;)

 1000

7. Best experience

Decisamente il tour di esibizioni fatte con la scuola di ballo: abbiamo proposto 7 date del nostro spettacolo di salsa cubana. Sono stata in prima fila, con tutte le responsabilità che ne derivano e ho sconfitto la mia paura di esibirmi in pubblico. Ricordo benissimo la sensazione di terrore puro la prima volta, sentivo di avere tutti i muscoli bloccati.. Invece è andato tutto bene. :)

1013087_457463051015960_1898442993_n

8. Best lesson learned

In quest’anno ho imparato a credere più in me stessa, ma soprattutto ad accettare i miei limiti e ad ammettere quando qualcosa va detto e subito: durante l’estate mi sono tolta un grosso peso che mi ha tenuta legata per mesi e mesi, ma appena uscitomi di bocca mi sono sentita assai leggera. Ecco, questa cosa mi ha insegnato a capire che il silenzio spesso non aiuta e che – suvvia – certe cose sono molto meno spaventose di quello che sembrano.

9. Best movie seen

Ammetto che di film non ne ho visti molti, quest’anno, anzi: sarà perché ritengo che la qualità dei film in generale negli ultimi anni sia caduta di brutto, sarà perché al cinema non ci vado mai, o forse perché quando sono a casa mi ubriaco di telefilm piuttosto che di film.. Boh. Forse, però, dovendo scegliere, credo che voterei per Frozen, l’ultimo visto nel 2013, tre giorni prima della fine dell’anno. L’ho trovato ben fatto, spensierato, molto piacevole. Sono qualità che prediligo, in un film. :)

Frozen-frozen-34865480-1600-900

10. Best book read

lokkoNon differentemente dai punti prima, ma qui la scelta è difficile. Ho letto parecchi libri quest’anno, ma non saprei sceglierne UNO che mi abbia colpito in maniera così evidente, per cui penso che farò una scelta scontata e opterò per l’ennesimo libro della mia scrittrice preferita, Lesley Lokko. Qualsiasi libro lei abbia scritto, io l’ho letto e ce l’ho: i suoi libri sono sempre molto intensi, spesso ambientati tra Inghilterra e Africa e raccontano storie di generazioni, legate a temi importanti come il razzismo, la povertà, la lotta per i diritti delle donne e così via. L’ultimo che ho letto è Un perfetto sconosciuto. Se non avete mai letto nulla di suo vi consiglio davvero di provarci: meritano le storie, i personaggi e -nel caso dei libri italiani – anche la traduzione.

Iscriviti alla newsletter

Iscrivendoti alla newsletter riceverai sporadicamente contenuti scaricabili e segnalazioni di eventuali giveaways. Grazie per la fiducia che mi vorrai dare!

Grazie!

Ops, qualcosa non va!