Eccoci con la seconda parte dell’articolone sulla tinta fatta in casa! Vi rimando al primo articolo, che trovate qui.

Partiamo con ordine: una cosa che non vi dicono sulle confezioni (o almeno a me non è mai capitato di vederlo scritto sul bugiardino) è cosa conviene tenersi pronto a portata di mano per non sm**dare il bagno con chiazze scure che potrebbero procurarti la tortura cinese da parte di tua madre o per non trovarti a fare assurde evoluzioni con i guanti sporchi di tinta (cosa che a me capita regolarmente tutt’ora, purtroppo). Quindi eccoci, partiamo proprio con una rassegna di oggettini che è bene prepararsi:

  • per prima cosa, un tappeto o un asciugamano vecchio abbastanza grande da mettere sul pavimento: le tinte di oggi non sono più liquidine come una volta, quindi non colano, ma capita frequentemente che qualche goccia finisca dritta al suolo. Scegliete comunque qualcosa che possiate lavare in lavatrice con prepotenza senza rovinarlo.
  • Un altro asciugamano da mettere sulle spalle (anche se è facoltativo, io per esempio non lo uso più perchè mi limita nei movimenti e mi dà fastidio).
  • Un mollettone e/o delle clip, magari non di plastica (quelle si macchiano): vi serviranno – in caso di capelli lunghi – per tenerli fermi mentre il colore è in posa.
  • Un pettine con la coda: serve per una ripartizione ordinata delle ciocche mano a mano che procedete con l’applicazione del colore.
  • Facoltativo, il pennello professionale per l’applicazione della tinta, che è comodo per i confini dell’attaccatura dei capelli (costa una miseria, comunque, non pensiate che sia caro).

Detto ciò, veniamo alla procedura. [NB]: Nei prossimi paragrafi troverete semplicemente le istruzioni del bugiardino integrate con consigli e osservazioni, non un metodo alternativo.

Nell’esempio che vi faccio vedere qui sotto ho usato la tinta Garnier HerbaShine nella colorazione 535 Castano Mogano Dorato, che è quella pubblicizzata con Bar Rafaeli: non so se per sfiga, ma qui in giro non l’ho trovata per un bel po’.

[tabs slidertype=”images”] [imagetab width=”350″ height=”500″]http://www.cookiesteaandmakeup.com/wp/wp-content/uploads/2012/05/DSC_12731.jpg[/imagetab] [imagetab width=”350″ height=”500″]http://www.cookiesteaandmakeup.com/wp/wp-content/uploads/2012/05/DSC_1274.jpg[/imagetab] [imagetab width=”350″ height=”500″]http://www.cookiesteaandmakeup.com/wp/wp-content/uploads/2012/05/DSC_1275.jpg[/imagetab] [imagetab width=”350″ height=”500″]http://www.cookiesteaandmakeup.com/wp/wp-content/uploads/2012/05/DSC_1276.jpg[/imagetab] [imagetab width=”350″ height=”500″]http://www.cookiesteaandmakeup.com/wp/wp-content/uploads/2012/05/DSC_1279.jpg[/imagetab] [imagetab width=”350″ height=”500″]http://www.cookiesteaandmakeup.com/wp/wp-content/uploads/2012/05/DSC_1288.jpg[/imagetab] [imagetab width=”350″ height=”500″]http://www.cookiesteaandmakeup.com/wp/wp-content/uploads/2012/05/DSC_1289.jpg[/imagetab] [/tabs]

Vi mostro anche l’inci, in caso interessi. Io personalmente non l’ho proprio guardato, perchè credo che in una tinta che non sia l’henné puro qualche schifezza debba esserci per forza.

Passiamo al procedimento (scrivo tutto in passaggi, poi le foto sono nello slider riassuntivo):

  1. Il primo passaggio è l’unione dei componenti della scatola. Va svuotato il tubo di colore (che dovrebbe essere già aperto se avete fatto la prova antiallergica) dentro la boccetta del latte rivelatore. Questi due componenti sono praticamente uguali per tutte le marche, al massimo cambia un po’ il packaging. Spremete il tubetto fino in fondo in modo da non lasciare residui di colore e non sprecarli: dopodichè richiudete il latte rivelatore col suo tappo e shakerate per bene per qualche secondo (non troppo pochi, però).  Staccate subito il tappino di plastica che fissa il beccuccio: potrebbe scoppiare a causa di eventuali reazioni chimiche dei componenti appena shakerati e non vogliamo ritinteggiare il bagno, vero? ;) Il colore sarà – in questo caso – appena appena beige, niente a che vedere con quello finale. NB: il colore nel tubo cambierà col passare dei minuti, ma non spaventatevi, è normalissimo!
  2. A questo punto lasciate un secondo il tubo da parte e lasciate che il colore si omogenei un pochino e nel frattempo spazzolatevi con cura i capelli togliendo tutti i nodi, faciliterà l’applicazione del colore e non verrà a chiazze.
  3. Mettetevi i guanti! Passaggio da non saltare assolutamente. ;)
  4. Il dubbio, quando vi apprestate a iniziare è appunto.. da dove comincio? Partite dal centro, proprio sulla riga centrale, e proseguite facendo delle strisce parallele su tutta la testa a pochi centimetri di distanza. Posate il tubo e iniziate a massaggiare il cuoio capelluto distribuendo il colore, con movimenti circolari, come se steste facendo lo shampoo. Poi procedete sempre massaggiando e aggiungendo colore fino alle punte, senza dimenticarvi le attaccature, anche quelle sulla nuca. Non preoccupatevi della quantità di prodotto nel tubo: inizialmente sembra sempre poco, ma poi vi accorgerete che potrebbe pure avanzarne! Beh, non fatelo e consumatelo tutto fino all’ultima goccia.
  5. Quando avrete finito tutto date un’ultima massaggiata e – se avete i capelli lunghi – fermateli in cima alla testa come una specie di cipollotto.
  6. Mentre il colore sta in posa preparatevi  la vasca o il lavabo in cui vi risciacquerete (sconsigliato farlo in doccia, se non volete tingervi… altre cose) così sarete pronte, e con un latte detergente delicato eliminate le eccedenze di tinta sulla pelle.

[tabs slidertype=”images”] [imagetab width=”350″ height=”500″]http://www.cookiesteaandmakeup.com/wp/wp-content/uploads/2012/05/DSC_1292.jpg[/imagetab] [imagetab width=”350″ height=”500″]http://www.cookiesteaandmakeup.com/wp/wp-content/uploads/2012/05/DSC_1293.jpg[/imagetab] [imagetab width=”350″ height=”500″]http://www.cookiesteaandmakeup.com/wp/wp-content/uploads/2012/05/DSC_1297.jpg[/imagetab] [imagetab width=”350″ height=”500″]http://www.cookiesteaandmakeup.com/wp/wp-content/uploads/2012/05/DSC_1298.jpg[/imagetab] [imagetab width=”350″ height=”500″]http://www.cookiesteaandmakeup.com/wp/wp-content/uploads/2012/05/DSC_1299.jpg[/imagetab] [imagetab width=”350″ height=”500″]http://www.cookiesteaandmakeup.com/wp/wp-content/uploads/2012/05/DSC_1301.jpg[/imagetab] [imagetab width=”350″ height=”500″]http://www.cookiesteaandmakeup.com/wp/wp-content/uploads/2012/05/DSC_1300.jpg[/imagetab] [/tabs]

Ultimi passaggi:

  1. Risciacquate bene i capelli finchè l’acqua non torna chiara, quasi limpida.
  2. Usate il trattamento che di solito è contenuto nella confezione e lasciatelo in posa qualche minuto, poi risciacquate di nuovo. NON USATE SHAMPOO.

Consiglio: fate la tinta quando non avete necessità di avere i capelli perfetti (evitate di farla il giorno stesso di qualche occasione speciale) perché proprio perché non va usato shampoo i capelli non saranno sporchi, ma comunque appesantiti. Un aspetto che dovete anche considerare è l’odore: un riflessante non contiene ammoniaca, per cui non sarà eccessivamente puzzolente, ma non sa neanche “da buono”. L’odore è persistente e spesso – per me – fastidioso, quindi sicuramente dovrete rilavarli il giorno dopo. :)

Ora la parte più interessante, ovvero il prima e il dopo!

Il colore è cambiato, visto? In realtà non è cambiato tanto il colore in sè, quanto l’uniformità e l’intensità, che sono mooolto migliori.

Concludo qui, scusate il papirone. Spero di esservi stata utile in qualche modo! A disposizione per qualsiasi tipo di domanda!

Iscriviti alla newsletter

Iscrivendoti alla newsletter riceverai sporadicamente contenuti scaricabili e segnalazioni di eventuali giveaways. Grazie per la fiducia che mi vorrai dare!

Grazie!

Ops, qualcosa non va!